La prima edizione di “Filari di Bolle” si conclude con il “botto”

sughero, prosecco, spumante, bollicine

La sessantasettesima sagra del Vino di Cacarsa della Delizia, in provincia di Pordenone, è stata la cornice del prima edizione di “Filari di Bolle” selezione dedicata agli spumanti del Friuli Venezia Giulia. Ottantacinque le aziende partecipanti al concorso, centocinquanta i vini presentati e sessantacinque i finalisti. Per iscriversi alla competizione delle bollicine era necessario che la coltivazione delle uve fosse stata effettuata nel territorio regionale e che l’azienda o un’unità operativa avesse sede nella regione. 

Ad esaminare i vini spumanti una giuria composta da enologi, giornalisti di settore e sommelier che hanno premiato le seguenti categorie: per il Metodo Charmat Prosecco Doc il Vino Prosecco Spumante Extra Dry della Fondazione De Claricini; per il Metodo Charmat Spumante monovarietale il Vino Ribolla Gialla Spumante Brut di Poggiobello – Genagricola; per il Metodo Charmat Cuvèe il Vino Rivus Spumante Extra Dry di Ferrin; per il Metodo Classico il Vino Spumante Talento Pittaro Brut etichetta oro di Vigneti Pittaro. 
 
Non sono però mancate le polemiche con il ritiro dell’azienda vitivinicola Eugenio Collavini Vitivoltori di Corno di Rosazzo che è stata estromessa, durante la selezione, dalla segreteria organizzativa perché il vino Ribolla Brut Millesimato è stato ritenuto non giudicabile essendo stato prodotto con un lavoro di spumantizzazione inventato dal produttore e quindi non confrontabile con gli altri spumanti. Per Collavini è stata quindi attribuita una menzione speciale, tesa secondo gli organizzatori a valorizzare il lavoro di innovazione da parte dell’azienda, un premio però rifiutato dal produttore, perché frutto di un’inspiegabile decisione e visto come una sorte di precoce premio alla carriera. 
Una conclusione con il “botto” che guasta un po’ la festa di conclusione della prima edizione di Filari di Bolle”
 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *