#SauvignonBlancDay, pillole di vitigno

sauvignonblanc

Oggi si festeggia nel mondo il Sauvignon Blanc Day, così abbiamo deciso di un post a questo affascinante vitigno.

Il Sauvignon Blanc è uno dei vitigni a bacca bianca più diffusioni nel mondo, proviene da Bordeaux e il suo nome deriva dal francese sauvage “selvaggio”.

Viene coltivato prevalentemente in Francia, Sud Africa, Nuova Zelanda, California, America del Sud , meno in Italia. Presenta caratteristiche organolettiche interessanti tanto da essere utilizzato spesso per accompagnare gli appassionati nelle prime analisi sensoriali del vino.

E’ considerata un’uva aromatica contraddistinta da una predominanza di aromi erbacei e vegetali, con i tipici sentori di peperone verde e di foglia di pomodoro. Durante l’esame gusto-olfattivo questo vitigno presenta solitamente un’interessante freschezza e sapidità. La fermentazione e la maturazione avviene prevalentemente in vasche d’acciaio e il tempo di maturazione non è mai superiore ai 2/3 anni superati i quali il vino tende a perdere la sua tipicità.

È una vitigno caratterizzato da una maturazione tardiva e la predisposizione alla formazione di muffe, in particolare della muffa nobile Botrytis Cinere, lo fa divenire elemento prezioso insieme al Semillon, uva predominante, e in alcuni casi anche al Muscadelle per la produzione dei vini dolci muffati di Sauternes e Barsac nella zona di Bordeaux. In Italia è diffuso principalmente in Valle D’Aosta, in Friuli Venezia Giulia e in Sicilia.

Per quel che riguarda gli abbinamenti il Sauvignon Blanc sorprende nell’accostamento con la pasta al pesto genovese, e grazie alla sua acidità con piatti moderatamente piccanti a base di pesce anche di origine etnica. Per i formaggi puntate sulla mozzarella nella versione secca e con i muffati sbizzarritevi con gli erborinati e vi dimenticherete delle confetture.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *