Testo unico del vino, il Comitato nazionale dei vini DOP e IGP

appointment-593013_1280

Come promesso, oggi affrontiamo il tema del Comitato nazionale dei vini DOP e IGP proseguendo nell’esame del testo unico del vino in discussione alla Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

L’articolo 36 del provvedimento punta, infatti, a normare l’istituzione del Comitato nazionale dei vini DOP e IGP, organo del Mipaaf, che avrà competenza consultiva e propositiva in merito alla tutela e alla valorizzazione dei prodotti vinicoli.

Il Comitato sarà composto, su nomina del Ministro dal Presidente, da tre funzionari del ministero, da tre esperti in materie tecnico-scientifico-legislative attinenti il settore, da due membri designati dalla Conferenza Stato-Regioni, da un membro indicato dall’unione delle camere di commercio, da un membro designato dall’associazione enologi enotecnici italiani, da un membro indicato dalla Federazione nazionale dei consorzi volontari, da tre membri delle organizzazioni sindacali degli agricoltori e due indicati dalle organizzazioni di rappresentanza e di tutela delle cantine sociali e delle cooperative agricole, un membro designato dalle organizzazioni sindacali degli industriali vitivinicoli ed infine un membro in rappresentanza dei commercianti grossisti vinicoli.

Nel caso di discussioni attinenti una denominazione o un’indicazione specifica parteciperanno alla riunione con diritto di voto un rappresentante della regione interessata e un rappresentante del consorzio senza diritto di voto.

Il presidente e i componenti dureranno in carica tre anni e potranno essere riconfermati per non più di due mandati. I compiti del Comitato riguarderanno l’espressione di pareri, la collaborazione con gli organi competenti statali e regionale per monitorare l’osservanza della normativa e dei disciplinari.

Domani esamineremo insieme l’articolo 37 riguardante i Consorzi di tutela, un tema secondo noi estremamente interessante nell’ottica di una valorizzazione del vino come prodotto del territorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *