Vinitaly compie cinquant’anni

vinitaly

vinitalyDal 10 al 13 aprile si terrà presso Veronafiere la cinquantesima edizione di Vinitaly sotto lo slogan “Da un grande passato nasce un grande futuro”.  L’anno del 50/mo registrerà il record della manifestazione con più di 4.100 espositori ed oltre 100 mila metri quadrati netti di superficie un’edizione che per il direttore generale Veronafiere Giovanni Mantovani, “segna anche l’implementazione di un importante progetto strategico di sviluppo che affermera’ Vinitaly ancora di piu’ come fiera del vino non-stop, 365 giorni all’anno: una community di produttori, opinion leader, mondo della comunicazione, buyer internazionali, in grado di far circolare e crescere idee e relazioni commerciali su scala globale formata da Vinitaly International, OperaWine, VIA-Vinitaly International Academy, wine2wine, VinitalyWineClub, Sol&Agrifood, Enolitech e i premi collegati come il nuovo 5 Star Wines Award e il Sol d’Oro”.

“Per l’edizione Vinitaly 2016 abbiamo predisposto un piano di investimenti di 8 milioni di euro per favorire l’incoming di buyer esteri e per migliorare le infrastrutture a servizio degli espositori e dei visitatori” lo ha annunciato il presidente di Veronafiere Maurizio Danese, in conferenza stampa a Roma. La manifestazione  esprimerà le due vocazioni del vino, quella economica e quella conviviale, distinguendo tempi e luoghi. “Veronafiere ha chiara e semplice la linea: il wine business in fiera; il wine festival in citta'”, sottolinea Danese. “Il nostro focus – aggiunge il presidente di Veronafiere – sara’ l’espositore ma anche il suo cliente. In tale direzione, abbiamo potenziato solo gli aspetti b2b, con particolare riguardo all’incoming. Al contempo, abbiamo potenziato molto il fuori salone Vinitaly&the City – che quest’anno inizia strategicamente due giorni prima della rassegna – per coinvolgere il pubblico consumer in citta’ con un calendario di eventi di grande livello”.

Quello in programma a Veronafiere dal 10 al 13 aprile, “sara’ un Vinitaly con piu’ espositori internazionali – rende noto, infine,  Mantovani  – non soltanto nell’area di Vininternational che comunque cresce con adesioni dai più importanti Paesi produttori come Spagna, Georgia, Azerbaijan, Australia, Serbia, Svizzera, Gran Bretagna, Francia, Cina, Portogallo e Argentina. Quest’anno avremo 1.000 buyer selezionati in più dall’estero, grazie agli investimenti per favorirne l’incoming, in particolare da Paesi target quali Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito, Paesi Scandinavi, Polonia, Usa e Canada, Russia, Giappone e Cina. Un’attività che ci vede collaborare attraverso azioni congiunte con il Ministero delle Politiche Agricole e dello Sviluppo economico e con Ice-ItalianTrade Agency. Significa che Vinitaly torna ad essere una piattaforma interessante anche per le aziende straniere – conclude Mantovani – e che che capitalizzera’ anche il successo ottenuto dal Padiglione del vino a Expo Milano 2015″.

Appuntamento quindi dal 10 al 13 aprile per festeggiare la cinquantesima edizione di Vinitaly.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *